skip to Main Content
Il Dobermann

Il Dobermann

I Dobermann è di taglia media, robusto e muscoloso.

Il tronco del Dobermann, soprattutto nel maschio, è praticamente iscrivibile in un quadrato.

Vediamo lo standard…

Testa

Vista dall’altro la testa ha la forma di un cuneo allungato e smussato. Il cranio è forte e in armonia con l’insieme del cane.
Il profilo superiore della testa, visto di lato, è costituito da due linee (linea della canna nasale e linea dell’osso frontale) parallele fra loro.
Le arcate sopraccigliari sono ben sviluppate, senza essere troppo evidenti.
Il cranio è piatto. Il solco mediano del cranio deve essere abbastanza visibile;
I muscoli del cranio devono essere ben sviluppati.
Depressione naso-fronte (stop): la depressione naso-frontale deve essere lieve ma perfettamente visibile.
Tartufo: ben sviluppato e largo, con narici ben aperte; il tartufo non deve essere sporgente (rispetto al piano verticale della faccia anteriore del muso).
La pigmentazione del tartufo è di colore nero nei soggetti neri in quelli di colore marrone deve essere intonata al colore del mantello.
Muso: deve essere ben proporzionato al cranio e ben sviluppato in altezza e in profondità.
Il muso deve essere ben largo anche a livello degli incisivi superiori e inferiori.
Labbra: devono essere di tessuto sottile, sode e ben stirate; Il pigmento delle labbra deve essere scuro, nei marroni il pigmento ha una tonalità un pò più chiara.
Mascelle e dentatura: le mascelle devono essere robuste e larghe; gli incisivi chiudono perfettamente a forbice. La dentatura deve essere di quarantadue denti corrispondenti alla tavola dentaria. I denti devono essere di grandezza normale.
Occhi: di media grandezza, ovali; l’iride è di colore scuro, nei marroni è ammessa una tonalità un pò più chiara. Le palpebre devono essere ben tese, munite di ciglia e ben pigmentate.
Orecchie: l’orecchio dovrebbe essere di media grandezza portato con il margine anteriore ben aderente alle guance

Collo

Di lunghezza ben proporzionata al corpo ed alla testa, il collo è asciutto e muscoloso
Garrese: il garrese soprattutto nei maschi, è molto marcato in altezza e lunghezza e determina l’andamento della linea superiore del dorso che è leggermente degradante (dall’avanti all’indietro) fino alla groppa.
Dorso: corto e solido; tutta la schiena deve avere una lunghezza adeguata e deve essere fasciata di muscoli ben sviluppati.
Lombi: il rene deve essere corto, solido e ben muscoloso. Nelle femmine il rene può essere un pò lungo per consentire un adeguato spazio alle mammelle.
la groppa non deve risultare nè troppo orizzontale nè troppo inclinato. La groppa deve essere di buona larghezza e ben ricoperta di muscoli.
Petto e torace: l’altezza e la profondità del torace devono essere ben proporzionate alla lunghezza del tronco.
L’altezza toracica (misurata dalla sommità del garrese al margine più basso dello sterno) corrisponde quasi alla metà dell’altezza al garrese. Il petto è di buona larghezza, particolarmente sviluppato sul davanti (avampetto).
Linea Inferiore: dall’estremità posteriore dello sterno fino al bacino, il ventre risulta nettamente retratto.
Coda: attaccata alta

Pelle

La pelle è fine, ben pigmentata e aderisce dappertutto strettamente alle ossa e ai muscoli.
Mantello
Natura del pelo: il pelo deve essere denso, liscio, fine, raso, lucente, uguale in lunghezza, uniformemente distribuito ed aderente su tutta la superficie del corpo.
Non è ammesso il sottopelo.
Colore del pelo: i colori sono nero o marrone con focature rosso ruggine ben marcate e nettamente delimitate.
Le focature si trovano sul muso; come macchie sulle guance, sulle sopracciglia, sulla gola e sul petto (due macchie): sui metacarpi e sui metatarsi, sui piedi, sulle facce interne degli arti, sul cercine anal sulla protuberanza ischiatica.
Dimensioni e peso
Taglia: altezza al garrese: maschi 68-72 cm. – femmine 63-68 cm.; per entrambi i sessi la taglia è quella media.
Peso: maschi circa 40-45 kg. – femmine circa 32-35 kg.

DIFETTI

Qualsiasi variazione in rapporto allo standard deve essere considerata difetto che viene penalizzato a seconda della gravità.
Caratteri generali: scarsa distinguibilità dei caratteri sessuali secondari, poca sostanza, troppo leggero, troppo pesante, alto sugli arti, ossatura debole.
Testa: troppo larga, troppo stretta, troppo corta, troppo lunga; stop troppo o troppo poco marcato; canna nasale montonina; linea trasversale del cranio che si abbassa fortemente di lato; mandibola poco sviluppata; occhio rotondo o a mandorla; occhio chiaro; occhio sporgente o infossato; guance in rilievo; labbra non ben tese o pendenti; commessura labiale troppo evidente; orecchie attaccate troppo alte o troppo basse.
Collo: un pò corto o troppo corto; pelle del collo abbondante; giogaia; collo di cervo; collo troppo lungo; non armonico.
Tronco: dorso non ben solido; dorso insellato; dorso di carpa; groppa avvallata; cerchiatura toracica eccessiva o scarsa; altezza toracica insufficiente; insufficiente larghezza del petto; dorso troppo lungo nel suo insieme; mancanza di avampetto; linea inferiore troppo o troppo poco retratta; coda attaccata troppo alta o troppo bassa.
Arti: angolazioni dell’anteriore e/o del posteriore troppo o troppo poco marcate; gomiti scollati; posizione e lunghezza delle ossa e delle articolazioni diversa da quelle indicate dallo standard; piede mancino o cagiola; garetti vaccini o a botte o troppo chiusi. Piedi aperti o piatti; dita insufficientemente sviluppate; unghie chiare.
Mantello: focature troppo chiare o non ben delimitate; focature sporche (carbonate); maschera troppo scura; carbonatura a macchia sugli arti; focature non ben visibili o troppo estese sul petto; pelo non raso, morbido, opaco, ondulato; aree del corpo senza pelo o ricoperte da poco pelo; grandi rose di pelo soprattutto sul corpo; sottopelo visibile.
Carattere: poca sicurezza di sè, nervosismo, temperamento troppo alto, aggressività, soglia di reazione troppo bassa o troppo alta.
Taglia: una differenza di taglia di 2 cm., in più o in meno rispetto a quella indicata dallo standard verrà penalizzata con una qualifica inferiore.
Andatura: irregolare, trottinante, poco elastica, ambio.
Difetti che comportano la squalifica
Caratteri generali: inversione marcata dei caratteri sessuali secondari.
Occhio: occhio giallo (da rapace); occhi gazzuoli.
Dentatura: prognatismo e enognatismo; chiusura a tenaglia; numero di denti inferiore a quella formula dentaria.
Mantello: macchie bianche; pelo di eccessiva lunghezza o molto ondulato; pelo nettamente diradato o con larghe zone glabre.
Carattere: cane pauroso; troppo nervoso; eccessivamente aggressivo.
Taglia: una differenza di taglia superiore a 2 cm. in più o in meno rispetto a quella indicata dallo standard.

Comportamento e carattere

Il Dobermann deve essere fondamentalmente socievole e tranquillo; in famiglia è molto affettuoso e molto legato ai bambini.
Nel Dobermann si ricerca un temperamento medio, un’aggressività media ed una soglia di reazione media (quindi un carattere molto stabile).
Nonostante la sua particolare docilità ed il suo piacere al lavoro, il Dobermann deve essere, al bisogno, deciso, coraggioso e dimostrare una buona tempra.
Poichè il Dobermann è un cane molto attento a tutto ciò che si verifica intorno ad esso ed ha una reazione adeguata alle circostante, si apprezzerà il fatto che sia molto sicuro di sè e non dimostri mai indecisione e paura. In particolare il Dobermann ha necessita’ di vivere a stretto contatto con il nucleo familiare. Non e’ assolutamente adatto per chi cerca semplicemente un cane da guardia da far vivere in giardino, ha necessita’ di vivere molto anche in casa poiche’ cerca costantemente il contatto con l’uomo. Non e’ un cane “rustico”. Anche per l’ assenza del sottopelo e’ un cane che patisce molto le temperature rigide. E’ molto adatto allo sport, quindi e’ consigliabile a persone non particolarmente sedentarie, ha bisogno di impegnarsi sia fisicamente che mentalmente in qualsiasi tipo di attivita’ purche’ in compagnia del suo proprietario. Importante prima dell acquisto di un cucciolo e’ assicurarsi che i genitori siano esenti dalle patologie oculari ,cardiache, da displasia dell anca, e da willebrand e che abbiamo superato la prova dello ZTP (idoneita’ alla riproduzione).

Il nostro allevamento seleziona principalmente cani per famiglie e appassionati , con carattere socievole ,soggetti comunque impiegabili in discipline sportive , che mantengono comunque le carattestiche tipiche della razza.

Allevamento Carybdis

Il centro cinofilo il cane utile ringrazia Monica Oliva e il suo allevamento per l’articolo.

Allevamento Carybdis
Localita’ Presa 65/a
Rivalta Bormida (AL)
Tel 3472271925-3298183855
monica@carybdis.it
http://www.carybdis.it/